Le ragazze di «Caissa Italia Pentole Agnelli» campionesse nazionali a Gallipoli.

Pubblicato in News
12 Mag
Le ragazze di «Caissa Italia Pentole Agnelli» campionesse nazionali a Gallipoli.

Gli scacchi? Uno sport dinamico, ricco di adrenalina. C’è velocità, come in una battaglia”. Ha commentato così, in un’intervista al Corriere della Sera, Yuri Garrett, capitano non giocatore di Caissa Italia Pentole Agnelli. La squadra si è aggiudicata l’edizione 2017 del Campionato italiano femminile a squadre, disputato a Gallipoli, con 5 vittorie e un unico pareggio. Asd Caissa Italia ha una forte connotazione bergamasca, con Marina Brunello, attuale numero due italiana, che nel torneo ha totalizzato 5 vittorie su 5 incontri, e Silvia Guerini, cresciuta nella società Excelsior di Borgo Santa Caterina. Bergamasco anche il team manager Gianvittorio Perico. Nella squadra, inoltre, la napoletana Mariagrazia De Rosa e la barlettana Alessia Santeramo, già campionesse italiane individuali, e la tedesca Elisabeth Paehtz, stabilmente nelle prime posizioni delle classifiche mondiali.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con loro per conoscerle meglio. Silvia, appena ventenne, gioca a scacchi dalla metà dei suoi anni e ci spiega che “Vincere questo titolo è significato molto, perché, personalmente, finora non sono mai riuscita a vincere nessun titolo italiano”. E ha aggiunto “quest'anno poi la competizione è stata molto agguerrita, essere riuscite ad affermarci nonostante la partecipazione fosse la più forte di sempre rende ancora più importante il primo posto”. E poi c’è la ciliegina sulla torta “Vincere al primo anno di formazione della squadra”. Conquistato il titolo si guarda avanti. “Per il futuro, il mio obbiettivo principale è sicuramente studiare per essere sempre più competitiva. Voglio migliorare tutti gli aspetti nei quali sento di essere traballante in scacchiera. Purtroppo non sono la migliore a fare programmi sui miei prossimi tornei. Sicuramente a luglio farò il torneo Open di Bergamo (giocherà in casa!) e ad agosto parteciperò all'importante Open di Riga. Prima voglio preparami e allenarmi il più possibile, magari facendo altri tornei, sempre tenendo conto dei miei impegni universitari”.

Mariagrazia, classe 88, dalle origini partenopee la prima “mossa” l’ha fatta grazie ad una persone speciale. “Ho imparato a giocare a scacchi all'età di 6 anni e mezzo, grazie a mio zio, che fin da subito mi ha trasmesso la passione per questo sport”. Dolci ricordi, ma sguardo proiettato al futuro “Un titolo così prestigioso – spiega Mariagrazia - e nella massima competizione a squadre, si ottiene solo con tanto lavoro e sinergia di gruppo. Significa aver messo a segno un risultato non scontato che ci rende consapevoli delle nostre potenzialità e su cui abbiamo intenzione di continuare a lavorare”. Sempre pronte a mettersi in gioco e parlando di progetti futuri quello di organizzare degli stages con dei Grandi Maestri, “per farci trovare pronti per la lotta del prossimo scudetto”.

Della stessa opinione la più giovane del gruppo, Alessia, che – possiamo dirlo – ha trionfato in casa. Le diciottenne di Barletta gioca a scacchi da sempre “La mia passione è iniziata sui banchi di scuola, grazie ad un progetto scolastico che ha dato il via alla grande avventura che dura ormai da 10 anni e che mi auguro possa continuare ancora a lungo”. “Sono orgogliosa di aver portato a casa un prestigioso titolo come quello di Campionessa Italiana a squadre con il team Pentole Agnelli Caissa Italia. Sono davvero fiera del risultato perché è stato frutto di un grande lavoro di squadra” e ci tiene a precisare “e per squadra non mi riferisco solo alle 5 componenti ma anche a tutti coloro che hanno reso realizzabile questo progetto: lo sponsor Pentole Agnelli, il manager Gianvittorio Perico, il capitano Yuri Garrett e il coach Alex Colovic”. Già in calendario le prossime competizioni: gli Open di Capo d'Orso (organizzato proprio da Caissa Italia) e la Semifinale del Campionato Italiano Femminile.

E poi c’è Marina. Gli scacchi? “Fin da sempre la passione di mio fratello Sabino (tra i più forti giocatori italiani ) che pur di giocarci con qualcuno decise d’insegnare le regole a me e a mia sorella Roberta”. Ci scherza su, eppure è tutto vero. Poi è arrivata la scuola elementare e un corso nella biblioteca comunale di Rogno, in Valcamonica. Oggi Marina veste la maglia azzurra della Nazionale di Scacchi. “Vincere il Campionato Italiano a Squadre Femminile è stata un'impresa difficile, anche se grazie al clima di fiducia e collaborazione che si è creato all'interno della squadra, e per squadra non intendo solo le giocatrici ma l’intero team, siamo riuscite a vincere lo scudetto in grande scioltezza e lasciando tutti a bocca aperta”. Si respira soddisfazione nelle parole di Marina che ci regala ancora qualche dettaglio. “Alla vigilia il torneo era apertissimo, con ben 4 squadre che avevano tutte le carte in regola per vincere il Campionato, e noi siamo state in grado di vincerlo non solo con apparente facilità, ma anche con quasi un turno d'anticipo”. Non ci nasconde le sua ambizione. “Diventare Maestro Internazionale, passare di categoria”.

La “nota” internazionale del gruppo arriva da Elisabeth Pähtz. Direttamente da Erfurt. Ha gli scacchi nel sangue. “Mio padre, ex-scacchista professionista ed ex-Campione della DDR, mi ha insegnato il gioco all’età di 5 anni” racconta Elisabeth “È stato lui il mio allenatore per tutta l’infanzia”.

Vincere un titolo in una competizione a squadre mi rende sempre molto felice perché, soprattutto perché accade di rado” ci spiega Elisabeth e aggiunge “Era la prima volta con Caissa Italia Pentole Agnelli e mi è piaciuto moltissimo perché l’atmosfera all’interno della squadra è stata una delle migliori che mi sia capitata di vivere nel corso della mia carriera scacchistica. E poi, entrare in una squadra nuova e vincere al primo colpo è straordinario!”. La prossima sfida? Il Campionato Europeo Assoluto a Minsk, in Bielorussia.

P.IVA 00720470160 +39 035 204 711Via Madonna, 20 -  24040 - Lallio (BG) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle novità di Pentole Agnelli:
Iscriviti subito alla nostra newsletter!!

ISCRIVITI >>

Strumenti di Cottura

strumentiIl Manuale Strumenti di Cottura svela i sotterranei scientifici del corretto uso delle pentole in cucina.

RICHIEDI SUBITO LA TUA COPIA